Renato Leotta

Torino (1982)

Renato Leotta. Ph. Pietro Scammacca.

Realizzerà un intervento in situ nel borgo di Centuripe, in Sicilia. Le sue opere nascono da un’attenta e prolungata osservazione di un luogo o di un paesaggio. Nella sua ricerca dei confini e dei limiti della bidimensionalità dell’immagine, l’artista fa spesso riferimento alla letteratura nella scelta dei titoli delle sue opere e nei testi che accompagnano le sue mostre. Tra le mostre personali più recenti: Sole, Castello di Rivoli, nel 2020 e nel 2019 al Magazzino Italian Art Foundation e Casa Italiana Zerilli-Marimò di New York. Nel 2019 vince il Premio Italian Fellows American Academy a Roma. Per maggiori info: http://www.renatoleotta.it/ Il suo collaboratore Elpis è Pietro Scammacca.

«Il progetto propone una unione per immagini, tra archeologia e paesaggio, inteso come una fusione tra manufatto e natura. Tra materia e materia».

la mostra

EROS E PSYCHE

a cura di Pietro Scammacca

EROS E PSYCHE è un progetto di Renato Leotta, a cura di Claudio Gulli e Pietro Scammacca, pensato per il borgo di Centuripe e il suo paesaggio. Il progetto si manifesta come una mostra diffusa, composta da immagini archeologiche e arcaiche, dislocate nel contesto rurale e urbano del borgo ennese.
Il nome del progetto deriva da una statuetta in terracotta di Eros e Psiche che si abbracciano (circa 200 -100 a.C), ritrovata a Centuripe e attualmente parte della collezione del British Museum. Dopo un periodo di ricerca sulla singolare manifattura centuripina e la storia complessa delle vicende archeologiche legate ad essa, Leotta ha orchestrato un percorso museale en plen air composto da manifesti che rappresentano una selezione di reperti centuripini che fanno parte della collezione del British Museum, immaginando così una ipotetica sezione temporanea del Museo Archeologico Regionale.
Il progetto non è motivato da una semplice rivendicazione territoriale di questi reperti, ma vuole interrogare i modi in cui l’archeologia e il patrimonio culturale entrano a fare parte di meccanismi «identitari». Nel corso della sua storia, l’archeologia è stata spesso strumentalizzata per motivi di diplomazia culturale e come supporto a narrative coloniali. In questo caso l’intervento di Leotta propone invece una possibile forma di unione attraverso il tema della bellezza, un abbraccio che fa eco alle vicende di Amor e Psyche, tra i caratteri dell’umano e del divino.

il borgo

Centuripe, Sicilia

37°37’21.0″N 14°44’24.7″E

Il borgo di Centuripe. Courtesy: il comune di Centuripe.

Centuripe è un borgo di 5.172 abitanti in provincia di Enna, da cui dista 63km, in Sicilia.
Le origini di «Centuorbi», in siciliano, risalgono alla preistoria. ll Museo archeologico presenta la storia e la topografia della città, i siti abitativi, le attività economiche; conserva inoltre terrecotte locali del periodo ellenistico, con maschere e statue che esprimono l’alto livello tecnico raggiunto. Il territorio presenta ancora molte miniere di zolfo, utilizzate attivamente fino agli anni venti. L’economia è prevalentemente agricola e zootecnica con predominanza di agrumi dal fondovalle tutt’intorno.

→ Scarica il comunicato stampa
→ Scarica l’invito

Slide

altri artisti